14/12/14

SARDI E ABKHAZI, POPOLI AMICI INCONTRO CON IL MINISTRO DEGLI ESTERI DELLA REPUBBLICA DELL' ABKHAZIA


Vi invitiamo a visionare il filmato integrale della conferenza stampa,
con i preziosi interventi del Ministro degli Esteri della Repubblica dell’Abkhazia, Prof. Viacheslav Chiriba,
dei relatori Dr. Mauro Murgia rappresentante in Italia della Repubblica dell’ Abkhazia,
Pietro Mereu regista di documentari e autore televisivo e degli altri presenti che sono intervenuti.

Scrivemmo, a quattro mani, Pietro Loi e Mariano Abis, qualche tempo fa, un fortunatissimo articolo (oltre 10.000 visualizzazioni), che evidenziava problematiche sarde, in particolare facevamo notare il fatto inconfutabile che lo Stato, che dal 1861 viene chiamato Italia, è in realtà lo stesso Stato Sardo che era riconosciuto da tutti gli Stati del mondo come Regno di Sardegna (in verità l'origine della civiltà nella Penisola già facente parte integrante dello Stato Sardo ha radici molto antiche e nobili, legate indissolubilmente alla prima grande civiltà sviluppatasi nel continente europeo e cioé alla Grande Civiltà Nuragica).
Ci avventuravamo in disquisizioni circa la nascita della civiltà e giurisprudenza occidentale, anch'essa derivata direttamente da quello splendido esempio di oculata gestione della cosa pubblica che ha origine dalle concezioni della civiltà giudicale sarda.
Ebbene, tutto questo disquisire, ci è tornato in mente automaticamente, ascoltando le parole del Ministro degli Esteri della Repubblica dell' Abkhazia, che abbiamo incontrato a Cagliari sabato 13 dicembre, e col quale ci siamo relazionati dopo la Sua conferenza stampa; ascoltandoLo affascinati, abbiamo rilevato enormi affinità tra quel Popolo e il nostro Popolo sardo, non ultimo per il fatto che l'antico Stato chiamato Abkhazia comprendeva tutto o quasi il territorio dello Stato, oggi chiamato Georgia, dalla quale si è reso Stato indipendente pochi anni dopo il crollo della Federazione Sovietica della quale avevano fatto parte come Stati distinti.
Ma le affinità non finiscono qui: questa bella Nazione ha paesaggi incredibilmente simili ad una parte distinta della Sardegna, l'Ogliastra, con montagne coperte da lussureggiante vegetazione e coste che si stagliano sul panorama marino effettivamente simile a quello ogliastrino; e sempre con l'Ogliastra condivide il primato che entrambi hanno in proporzione al loro territorio le più alte percentuali di ultracentenari al mondo.
Una delle attività preminenti, in quella lontana Nazione, è la coltivazione di agrumi, attività ben sviluppata anche in Sardegna, ed è noto che i fornitori ufficiali dei potenti di Russia, in questa branca economica, sono stati da tempi remoti gli abkhazi.
E pure in ambito turistico esistono rilevanti similitudini , visti gli splendidi paesaggi comuni, infatti quattro delle cinque principali dacie utilizzate da uno dei principali capi di stato dell'ex Federazione Sovietica si trovano in Abkhazia, il che fa il paio con la Costa Smeralda e altri siti turistici di elite sardi.
Va da se che una sorta di collaborazione tra i sardi e gli abkhazi, che come Stato gode del riconoscimento e della protezione della Russia, ma che è in contrasto con la Georgia (nazione sotto influenza americana), è possibile e produrrà sicuramente benefici di interesse comune.
Pietro Loi e Mariano Abis

Read more...

05/11/14

FORSE VI SEMBRERA' STRANO................MA..................

FORSE VI SEMBRERA' STRANO................MA..................
La Sardegna è una delle terre emerse più antiche al mondo.
E' in Sardegna che è nata e si é affermata già oltre 7000 anni fà la civiltà Nuragico-Shardana, la prima grande civiltà Mediterranea che si diffuse in Europa, in Africa e nel vicino Oriente, ove gettò le basi per la nascita delle future civiltà europee.
*****
La sardegna è geologicamente più antica della penisola , che per ora chiamiamo italica.
La Sardegna era abitata, quando nella penisola non esistevano popolazioni.
In Sardegna sono fiorite civiltà che hanno stabilito il primato in tutto il bacino mediterraneo, e oltre.
Dalla civiltà nuragica e shardana hanno tratto benefici civiltà meno evolute come quella degli etruschi e dei romani.
E allora perchè questa civiltà ha dovuto soccombere a civiltà meno evolute?
Domanda legittima , risposta semplice, nel nostro dna non esiste il gene di voler dominare, la nostra accoglienza verso lo straniero è proverbiale.
Si presume che la Sardegna , attraverso la corsica, in tempi remoti, fosse collegata alla toscana, allora disabitata, va da se che la civiltà nella penisola sia stata trasmessa dai sardi, e allora è intuitivo considerare che la penisola che chiamiamo italica , debba essere denominata penisola di Sardegna.

Si sa che gli antichi popoli del mare erano dei provetti navigatori, e forse conoscevano segreti che a noi sono tuttora sconosciuti, gli antichi abitanti sardi shardana hanno scorrazzato in lungo e in largo, e non solo nel bacino mediterraneo, diffondendo la loro civiltà.
I comandanti degli eserciti dei faraoni e i migliori guerrieri erano i giganteschi shardana.
Nel medio evo era in Sardegna la civiltà più evoluta, la più umana , il sistema dei giudicati , oltre a esercitare la pratica sconosciuta altrove della corretta giustizia, insegnarono a tutto il mondo allora conosciuto, come si scrivono le leggi, attraverso il precursore della attuale giurisprudenza, la carta de logu.
E allora è doverosa una domanda.
Da quale stato è nata l'italia?
Ah già, naturalmente dalla terra di Sardegna!
Sarebbe stato possibile lo sviluppo della società industriale in italia?
Certo che no senza il carbone della sardegna!
e nemmeno senza il ferro, lo stagno, l'argento e il rame sardi.
E da dove sono state prese la quasi totalità delle traversine per costruire le varie reti ferroviarie della penisola?
indovinate un po'.......?
Il regno di Sardegna stampava la lira, che circolava in tutta italia, ebbene , dopo la truffa della costituzione del regno d'italia, (avvenimento che ha sempre lasciato grossi interrogativi in materia di legittimità) la nazione con la nuova denominazione continuò a stampare la stessa, identica moneta, con la sola differenza della dicitura regno d'italia al posto di regno di Sardegna, evidentemente erano così a corto di risorse da non avere i soldi per realizzare altre matrici.
E allora da tutto questo cosa ne vogliamo concludere?
E allora è giusto, diciamo noi, tornare alla denominazione originaria, magari sostituendo solo la dicitura regno, tanto più che il regno di Sardegna, a differenza della ITALY SpA, non è stato mai pignorato, mai dichiarato fallito.
Naturalmente la capitale, di tutta la nuova repubblica, inutile dirlo, dovrà essere cagliari, ma lasceremo capacità decisionali assolute a tutti i popoli italici, per determinarsi come meglio credono, in amicizia e collaborazione con noi.
Lasceremo liberi tutti i popoli italici di decidere se stare con la repubblica di Sardegna , ( o giudicato di Sardegna ), oppure cercare la loro giusta strada, sempre in amicizia e collaborazione.
Pietro Loi e Mariano Abis

Read more...

10/02/14

Movimento Zona Franca incontro dibattito a Cagliari 9 Febbraio 2014 col Prof. Gigi Sanna


Movimento Zona Franca incontro dibattito a Cagliari 9 Febbraio 2014
presentazione del Prof. Gigi Sanna candidato alla Presidenza
e dei candidati alla carica di Consigliere della Regione Sardegna

Read more...

Grande manifestazione a Cagliari contro il nucleare il 26/03/11

Grande manifestazione a Cagliari contro il nucleare

Oggi 26 marzo 2011, grande manifestazione a Cagliari contro le centrali nucleari, circa 4000 persone presenti. Senza dubbio è un grande passo avanti da parte dei sardi.

leggi

UNITA' DI SARDEGNA 150° anniversario

UNITA' DI SARDEGNA 17/03/2011 150° anniversario

Per i Sardi delle isole e della penisola è arrivata l'ora di fare giustizia a se stessi e alla storia.Nel 1861, dopo tante battaglie compattute dai valorosi Sardi, venne quasi ultimato il progetto di unificazione del regno di Sardegna.

leggi

SHARDANA

Loading...

  © sardegnanotizie.org -PBT- by sn.o 2009

Back to TOP